top of page
  • Immagine del redattoreElizabeth Moore

Comprendere e Affrontare La Depressione Post-Partum


foto di fiore che sboccia

Comprendere la Depressione Post-Partum

La depressione post-partum non è solamente una risposta emotiva temporanea alle sfide della maternità, ma una condizione complessa che coinvolge cambiamenti fisici, ormonali ed emotivi.

Livelli fluttuanti di estrogeni e progesterone, che aumentano durante la gravidanza, subiscono un brusco calo dopo il parto, contribuendo di per sè a uno stato emotivo instabile.

Le variazioni ormonali possono influenzare il sonno, l’appetito e l’umore.

Fisicamente, la fatica è comune, spesso legata ai cambiamenti nei modelli di sonno e alle nuove richieste della maternità.

La depressine post-partum può intensificare tutti questi sintomi.


Si manifesta con una gamma di sintomi emotivi e psicologici che possono variare in intensità.

Tra i sintomi emotivi comuni ci sono tristezza persistente, ansia, sentimenti di colpa e abbattimento.

A livello psicologico, le neo mamme possono sperimentare una ridotta capacità di concentrarsi, stanchezza e una sensazione di distacco emotivo dal neonato.

La perdita di interesse per attività solitamente gradite e l'irritabilità sono segni tipici.

Pensieri intrusivi o persistenti sulla propria incapacità come genitori possono anche emergere.


Si mette in luce l'importanza di riconoscere questi segnali come indicatori cruciali di una condizione che richiede attenzione e cure specializzate.

Il riconoscimento precoce dei sintomi è infatti essenziale per avviare un percorso di guarigione e benessere.


Creare una Routine Equilibrata

Risulta spesso importante per le neo-mamme, ma ancor più per coloro che affrontano la depressione post partum, creare una routine equilibrata. Questo aspetto va oltre la semplice organizzazione del tempo quotidiano; è una chiave strategica per stabilizzare l'equilibrio emotivo e fisico.


Tenendo conto delle esigenze del neonato senza trascurare il benessere della madre, la creazione di una routine ben strutturata può fornire una sensazione di sicurezza e prevedibilità, elementi fondamentali per affrontare la variabilità emotiva associata alla depressione post-partum.


Risulta inoltre importante per le neo-mamme inserire momenti di auto-cura dentro la routine quotidiana. Questo può includere brevi pause per rilassarsi, dedicarsi a attività piacevoli o anche delegare alcune responsabilità per garantire un adeguato riposo.

La creazione di uno spazio per il proprio benessere diventa un pilastro nella gestione della depressione post-partum.


Flessibilità e comprensione di sé, diventano pertanto componenti chiave per costruire una routine equilibrata e serena.

E’ importante comunque adattare questa routine alla persona, poiché ogni madre e ogni bambino sono unici.


Coinvolgimento del Partner e Supporto Familiare

L’importanza del coinvolgimento del partner e del supporto familiare risulta un altro tassello importante nel periodo post natale. .


Il coinvolgimento del partner in attività quotidiane, come la cura del bambino e le responsabilità domestiche, non solo alleggerisce il carico di lavoro, ma rafforza anche il legame familiare. Questa collaborazione non solo supporta la neo-mamma, ma offre al partner una comprensione più approfondita delle sfide da affrontare.

Il supporto familiare diventa così una risorsa fondamentale, creando un ambiente emotivo sicuro e favorendo la comprensione reciproca.

Tutto ciò è ampliato nel caso in cui si parli di depressione post-partum.

Il coinvolgimento del partner e del nucleo familiare nel processo di guarigione infatti non solo migliora il benessere della neo-mamma, ma contribuisce anche a costruire una solida base emotiva per il bambino. Questo approccio di tipo olistico, che tiene conto delle dinamiche familiari, contribuisce infatti a creare un ambiente di supporto completo e integrato per affrontare la depressione post-partum.


Supporto Emotivo e Strategie di Coping

Le strategie di coping (in altre parole le strategie che utilizziamo per affrontare le difficoltà) non sono solo una serie di tecniche, ma piuttosto un approccio integrato volto a supportare la persona.

Le donne che affrontano la depressione post partum possono essere aiutate nel loro percorso con una serie di strategie efficaci che si estendono oltre il mero controllo dei sintomi fisici e psicologici.


E' importante prima di tutto incoraggiare le neo mamme a prendersi del tempo per se stesse. L'Attività fisica moderata può contribuire a migliorare l'umore. Anche brevi passeggiate quotidiane possono fare la differenza.

Sufficiente riposo: la mancanza di sonno può peggiorare la depressione, quindi è importante prendersi cura di se stesse riposando a sufficienza.

Una dieta equilibrata può influenzare positivamente il benessere mentale.


E' inoltre importante accompagnare le neo mamme ad imparare ad adottare pratiche di auto-compassione: essere gentili con se stesse e accettare che affrontare la depressione post partum può richiede tempo.

Evitare di auto-condannarsi e cercare di concentrarsi su piccoli progressi e riconoscere i propri successi, anche quelli apparentemente piccoli, è fondamentale.


Costruire una rete di supporto emotivo: questa rete può comprendere il coinvolgimento del partner e della famiglia, ma anche degli amici.

Una comunicazione aperta inoltre può contribuire a creare un ambiente sereno e di supporto.


Accettare e Navigare le Emozioni

Emerge la crucialità dell'accettazione e della navigazione delle emozioni nel percorso attraverso la depressione post-partum. Questa fase non solo richiede il riconoscimento dei sentimenti associati, ma anche un approccio compassionevole verso sé stesse da parte delle neo-mamme.


Esplorare apertamente le proprie emozioni senza timore di giudizio diviene un processo di auto-esplorazione verso la comprensione di sé stesse.

Attraverso l'accettazione e la navigazione delle emozioni è possibile svincolarsi dalla sensazione di isolamento che spesso è associata alla depressione post-partum.

L’accettazione delle proprie emozioni è pertanto parte integrante nel processo di guarigione. Considerare il proprio benessere emotivo come una priorità, incoraggia a intraprendere un cammino di recupero più consapevole e rispettoso delle proprie esperienze individuali.


Conclusioni

Affrontare la depressione post partum richiede coraggio e impegno, ma è un passo cruciale verso il recupero.

Le neo mamme non sono sole, e il sostegno sociale, la comunicazione aperta e la cura di sé sono fondamentali. Chiedere aiuto professionale è un atto di forza, non di debolezza. Con il tempo, con il giusto supporto e con un approccio compassato verso se stesse, si può superare la depressione post partum ritrovando equilibrio e gioia nella maternità. Se ti trovi a Padova e sei in difficoltà sono qui per offrirti un aiuto professionale. La strada può essere difficile, ma ogni passo verso il benessere mentale è un investimento prezioso per il futuro, sia per la mamma che per il bambino.





Bibliografia

- Alessandro Siani, Depressione post partum e psicosi puerperale, Franco Angeli Ed., 2008

- Alessandra Pauncz, La maternità e il suo ombra, Raffaello Cortina Editore, 2010

- Daniel N. Stern, Mamme felici, figli felici, Ed. Rizzoli, 2002



bottom of page