top of page
  • Immagine del redattoredr.ssa Elizabeth Moore

L'Aggressività negli adulti: Origini, Teorie e Strategie di Gestione


IMMAGINE DI UN PUGNO CHIUSO PER LA RABBIA

Cos'è l'Aggressività e come si manifesta negli adulti

 

L'aggressività negli adulti si manifesta attraverso comportamenti che intendono danneggiare o fare del male ad altri, sia fisicamente che psicologicamente. Questo comportamento può variare da episodi di rabbia verbale a violenza fisica, e spesso causa significativi problemi nelle relazioni interpersonali e nella qualità della vita della persona aggressiva e di chi le sta intorno.

 

Origini dell'Aggressività

 

Le radici dell'aggressività spesso affondano nell'infanzia e nell'adolescenza. L'ambiente familiare, l'educazione ricevuta e le esperienze di vita giocano un ruolo cruciale. I bambini che crescono in ambienti violenti o in cui l'aggressività è un comportamento accettato possono sviluppare modelli simili. Traumi infantili, come abusi fisici o emotivi, possono anche predisporre a comportamenti aggressivi in età adulta.

 

Teorie Psicologiche

 

1. Teoria dell'Apprendimento Sociale (Bandura): Secondo Albert Bandura, l'aggressività è appresa attraverso l'osservazione e l'imitazione di modelli comportamentali, soprattutto se tali comportamenti sono visti come efficaci o gratificanti.

  

2. Teoria Frustrazione-Aggressione (Dollard e Miller): Questa teoria suggerisce che l'aggressività è il risultato diretto della frustrazione. Quando un individuo è impedito nel raggiungimento di un obiettivo, può reagire con comportamenti aggressivi.

 

3. Teoria dell'Istinto (Lorenz): Konrad Lorenz sosteneva che l'aggressività fosse un istinto innato, simile agli altri istinti di sopravvivenza e che questo istinto potesse essere stimolato da determinati fattori ambientali.

 

Fattori che influenzano l'aggressività

 

Stress

Elevati livelli di stress possono rendere una persona più incline a risposte aggressive.


Problemi di Salute Mentale

Disturbi come il disturbo bipolare, la schizofrenia e il disturbo borderline di personalità sono spesso associati a comportamenti aggressivi.


Ambiente Sociale

Le persone che vivono in ambienti caratterizzati da alta violenza o criminalità possono sviluppare comportamenti aggressivi come meccanismo di adattamento.

 

Alcool e Droghe

L'uso di alcol e altre sostanze può aumentare l'aggressività.

Alcune droghe, come le anfetamine e la cocaina, possono esacerbare comportamenti aggressivi.

L'alcol poi influenza l'aggressività in diversi modi.

Innanzitutto, può ridurre l'inibizione e aumentare l'impulsività, facilitando l'espressione di comportamenti aggressivi. Inoltre, l'alcol può influenzare la produzione di testosterone, un ormone associato all'aggressività. Studi indicano che il consumo di alcol può interferire con la regolazione del testosterone, aumentandone i livelli nel breve termine ma riducendoli nel lungo periodo. Vediamo infatti come spesso negli uomini in particolare l'alcool funge da attivatore dell'aggressività.

Inoltre, l'alcol diminuisce l'attività della corteccia prefrontale, la parte del cervello coinvolta nel controllo degli impulsi e nel processo decisionale, rendendo più difficile per un individuo regolare le proprie reazioni aggressive.


Terapie Psicologiche

 

1. Terapia Cognitivo-Comportamentale (CBT): La CBT è molto efficace nel trattare l'aggressività. Essa aiuta gli individui a riconoscere e modificare i pensieri distorti che portano a comportamenti aggressivi e insegna strategie per gestire meglio lo stress e le emozioni negative.

 

2. Terapia Dialettico-Comportamentale (DBT): La DBT è utile soprattutto per chi ha problemi di regolazione emotiva. Essa combina la terapia cognitivo-comportamentale con tecniche di rilassamento e mindfulness, aiutando le persone a gestire le emozioni intense senza ricorrere all'aggressività.